35 IL DISCORSO DI GESÙ SUL PANE DELLA VITA

Leggiamo Gv 6,59-71. Molti discepoli contestano il Discorso sul Pane della vita. Gesù amplia e arricchisce quanto ha detto, cioè che «Lo Spirito» (6,63) muove dolcemente il credente verso l’Eucaristia. Chiede ai Dodici un solenne atto di fede e Pietro lo fa a nome di...

34. CHI MANGIA LA MIA CARNE E BEVE IL MIO SANGUE

Leggiamo Gv 6,51b-59. Il brano è direttamente eucaristico e ci porta nel cuore di Gesù e della Chiesa, ai vertici della teologia e nel profondo dell’essere cristiano. Dio ci «dia uno spirito di sapienza e di rivelazione per una profonda conoscenza di lui» (Ef 1.17)...

33 Io sono il Pane della vita

Leggiamo Gv 6,35-51. Questi versetti portano pian piano l’attenzione dal «pane» che è il Verbo incarnato, a «il pane che io darò è la mia carne », cioè da Gesù in quanto Verbo incarnato a Gesù che farà dono della sua «carne», cioè di sé stesso mediante l’Eucaristia....

32. PROCURATEVI UN CIBO CHE NON PERISCE

Leggiamo Gv 6,22-34. Quelli che il giorno precedente avevano goduto del miracolo dei pani al mattino dopo si ricompongono, cercano Gesù e lo trovano a Cafàrnao. Gesù rivolge ad essi il dialogo-discorso sul Pane della Vita (6,27-58) del quale leggiamo ora l’inizio....

31. GESÙ RAGGIUNGE I DISCEPOLI IN MARE

Leggiamo Gv 6,16-21. Nella sua apparizione sulle acque del mare Gesù vuol far superare agli Apostoli la profonda crisi che stanno vivendo per il fatto che la moltiplicazione dei pani, in quanto “segno”, non verrà ripetuta in continuazione: ancora più, vuole accrescere...

30. IL MIRACOLO DELLA MOLTIPLICAZIONE DEI PANI

Leggiamo Gv 6,1-15. E’ il miracolo della moltiplicazione dei pani riferito anche dai Sinottici complessivamente cinque volte. Il che già dice la sua importanza. Però, per i Sinottici è la compassione di Gesù verso le folle che lo spinge lo spinge al miracolo; per Gv...

29. LA TESTIMONIANZA IN FAVORE DEL FIGLIO DI DIO

Leggiamo Gv 5,31-47. In quest’ultima parte del discorso Gesù presenta altre testimonianze in favore della sua persona e del suo agire e polemizza con i giudei increduli. Gv ha trascritto questo materiale proveniente dalla tradizione orale allo scopo di portare i...

28. GESÙ E IL PADRE AGISCONO IN PERFETTA UNITÀ

Leggiamo Gv 5,19-30. Sappiamo dal brano precedente che i giudei accusano Gesù di due colpe: «violava il sabato / chiamava Dio suo Padre, facendosi uguale a Dio» (5,18). Gesù risponde spiegando che egli agisce in perfetta unione con il Padre (il nostro brano) e che il...

27. IL PADRE MIO AGISCE E ANCH’IO AGISCO

Leggiamo Gv 5,9b-18. Il paralitico, miracolato di sabato, se n’è tornato a casa riportandosi la barella. I giudei lo rimproverano perché ha trasgredito il riposo del sabato; coinvolgono anche Gesù perché gli aveva detto di andarsene con la sua barella. All’episodio...

26. GUARIGIONE DI UN PARALITICO DA 38 ANNI

Leggiamo Gv 5,1-9a.. Gesù guarisce di sabato uno che era paralitico da 38 anni. Per questo miracolo Gesù è accusato di aver violato il riposo sabatico. Ne segue il discorso di Gesù sul rapporto unico che egli ha col Padre e quindi sul fatto che è il padrone del sabato...