Leggiamo Mc 16,1-8. Il brano è narrativo, quasi cronistico, dominato tuttavia dal mistero di Colui che «è risorto», che l’angelo annuncia e che reca sacro spavento alle donne. Anche noi dobbiamo lasciarci conquistare da quel grande stupore soprannaturale che inondò le pie donne e che raggiunge lo stesso evangelista.